SEZIONI NOTIZIE

Brevi calcio (e mercato)

di Marco Rossi Mercanti
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
Vedi letture
Foto

Anche durante il mese di gennaio il calciomercato diventa argomento quotidiano, che accompagnerà tifosi, giocatori e società fino alla chiusura della finestra di riparazione, fissata per venerdì 31 alle ore 20.

Vocegiallorossa.it propone ai nostri lettori un appuntamento fisso con le principali notizie riguardanti le restanti 19 partecipanti alla Serie A oltre la Roma, non limitandosi alle consuete voci di mercato, ma aggiungendo anche curiosità e dichiarazioni dei protagonisti.

ATALANTA - Gian Piero Gasperini commenta l'inattesa sconfitta casalinga contro la SPAL: "Il calcio è questo. Ogni gara di Serie A è complicata e il girone di ritorno sarà più difficile rispetto all'andata perché tutte le squadre hanno obiettivi e sono tutte ravvicinate in classifica. Cosa non ha funzionato? Tante piccole cose che hanno portato a sfilacciarsi. Peccato perché eravamo andati avanti e c'erano spazi molto invitanti: la SPAL arrivava prima sulla palla e ci saltavano spesso, soprattutto nel mezzo. Anche nelle individualità abbiamo fatto fatica". Parla anche Toloi: “Quando giochi contro una squadra come sono loro in questo momento, una squadra che deve salvarsi, serve la massima concentrazione e attenzione. Abbiamo sbagliato nella ripresa come squadra e abbiamo perso una partita che non potevamo perdere perché abbiamo obiettivi importanti in campionato. È un segnale d’allarme da non sottovalutare, dobbiamo cercare di lavorare e pensare che possiamo fare ottime cose. Abbiamo già all’orizzonte una sfida importante come quella contro il Torino in cui reagire e conquistare la vittoria”.

BOLOGNA - Continua la caccia ad un laterale sinistro di difesa per il Bologna. Il club felsineo avrebbe chiesto all'Inter il prestito semestrale di Federico Dimarco già da tempo nel mirino dell'Hellas Verona. Marco Di Vaio è in Colombia per visionare il torneo preolimpico alla caccia di talenti. 

BRESCIA - Il CT della Nazionale Roberto Mancini potrebbe premiare Torregrossa per il suo momento e convocarlo per gli impegni amichevoli di marzo con l'Italia. I suoi scout, infatti, sono rimasti favorevolmente sorpresi dall'attaccante lombardo.  

CAGLIARI - Nuova avventura per M'Poku, ex attaccante sardo, che firma per l'Al Wahda.

Domenica contro i sardi ci potrebbe essere l'esordio di Young con la maglia dell'Inter. 

FIORENTINA - Programmata per domani una conferenza stampa con protagonista Sottil: possibile annuncio di un rinnovo contrattuale. Amrabat, tra i gioielli dell'Hellas Verona di quest'anno, ha fatto sapere di preferire la Viola alla concorrenza: per strapparlo agli scaligeri, tuttavia, occorrono 17 milioni di euro. 

GENOA - "Preziosi vattene" non è il testo di uno striscione dei tifosi del Genoa bensì di quelli dell'Hertha Berlino apparso durante lo scorso turno di Bundesliga a margine del match contro il Bayern Monaco. "Non mollare ultras Genoa" si legge ancora sul lenzuolo pubblicato dalla tifoseria tedesca "vicina" a quella del Grifone.

HELLAS VERONA - Roberto De Fanti, agente di Borini, ha commentato il passaggio del suo assistito in Veneto: "Con Fabio avevamo deciso di ascoltare tutti i club interessati e poi prendere la decisione con calma, una volta metabolizzate tutte le informazioni. La scelta di Verona è nata perché il progetto tecnico di Juric era quello che cercava esattamente il calciatore che voleva tornare alle sue origini, ossia giocare da attaccante. Per la decisione finale è stata fondamentale anche la serenità dell’ambiente intorno all'Hellas, meno stressante rispetto ad altre piazze". Ufficiale la cessione di Bessa al Goias:

INTER - L'ex tecnico Arrigo Sacchi sul momento d'appannamento della Beneamata, reduce da due pareggi consecutivi in campionato: "Tutti possono incontrare una giornata non brillante: le gambe non funzionano bene, le idee non vengono e la tensione non è al top. I nerazzurri sono incappati in una giornata pessima. Nel calcio, in generale, vinci se c’è una straordinaria volontà e una determinazione feroce che ne aumentano le capacità intellettive, fisiche e tecniche. Ebbene i nerazzurri avevano Sensi e Barella che non potevano essere in forma dopo il lungo tempo di inattività. Lukaku e Lautaro erano in una giornata no: fermi, statici, vicino all’area. La velocità e il ritmo lento della squadra non li aiutavano. Si verticalizzava sulle punte statiche e si sperava nei cross. Una giornata storta capita a tutti". Zdenek Zeman sulle vicende di mercato in casa Inter: "La posizione in classifica rispecchia il valore dell'Inter? Si, a parte qualche partita vinta per sbaglio si tengono lì e ci sperano. Nel campionato può succedere ancora tanto. Si è chiesto anche troppo a Lukaku e Lautaro? Sono lì per questo. E poi la coppia nell'insieme ha fatto gli stessi gol di Immobile. Se mi piace Eriksen? Si, però giocare nel campionato italiano non è facile. Prima che si abitui al calcio italiano passeranno sei mesi quindi se deve rendere qualcosa renderà il prossimo anno. Vidal? È già abituato a giocare nel campionato italiano, però Eriksen per me è più forte di Vidal. Bisogna vedere se può servire di più il cileno o il danese". Steve Bruce, tecnico del Newcastle, ammette la trattativa per Lazaro: "Spero che la trattativa si concluda. È cosa nota che il suo agente fosse al St. James Park per la gara contro i Blues. Per questo spero di poter definire al più presto l'operazione. Vedremo cosa accadrà nelle prossime 24/48 ore". Di seguito, le condizioni di Brozovic:

Nella mattinata di oggi Marcelo Brozovic è stato sottoposto, presso l'Istituto Humanitas di Rozzano, a risonanza magnetica dopo un trauma subito al termine della gara contro il Lecce. Gli accertamenti hanno evidenziato una distorsione della caviglia sinistra. Il giocatore sarà valutato giorno dopo giorno.

Marotta dopo la consegna del Premio "Gianni Brera": "Quante possibilità ci sono di vincere il campionato? Bisogna credere in questa realtà, noi non vogliamo essere delle comparse. Certo, ci sono degli avversari agguerriti, però ci sono ancora 18 partite e tantissimi punti a disposizioni, cercheremo di farne il più possibile. Mercato? Coglieremo le opportunità".

JUVENTUS - Intervista a Keje Molenaar, suocero di Matthijs de Ligt: "Matthijs ha disputato un bel match con il Parma, l'ho visto molto attento e preciso. Non ha sbagliato nulla. Era sempre al posto giusto al momento giusto. Sì sta abituando anche alla critica e alle sue estremità: oggi sei un vincente, domani sei un perdente e chissà che dopodomani non ritorni ad essere un giocatore di successo. Lui deve continuare a lavorare così come sta facendo ora, sono sicuro che i risultati non tarderanno ad arrivare. Gli accostamenti al Barcellona? Lui non comprende il motivo per cui la stampa continui ad accostarlo al Barcellona. Matthijs ed Annekee (la moglie di de Ligt, ndr) sono molto contenti della scelta, a Torino si trovano davvero molto bene". Lo stesso de Ligt su Ronaldo: "Lo conosciamo bene, è un giocatore incredibile. Ricordo che fino a un paio di mesi fa era stato fortemente criticato, ma lui è stato capace di zittire tutti. Riprendersi da un momento non così buono e dimostrare ora di essere assolutamente sul pezzo è qualcosa di portentoso. Sono molto felice per Cristiano".

LAZIO - L'ex attaccante biancoceleste Christian Vieri: "Lo scudetto alla Lazio? Inzaghi sono 4 anni che è a Roma e sta facendo un grandissimo lavoro. Tutti rendono al meglio, basti guardare Immobile che ha segnato già 23 gol. Scudetto? È ancora presto, manca ancora tutto il girone di ritorno. Riparliamone tra 6-7 partite”. Arturo Diaconale, portavoce della Lazio, commenta la richiesta di Lotito sul risarcimento chiesto a parte della tifoseria: "Tolleranza zero, e chi sbaglia paga. È questa la linea, a difesa degli interessi di tutti i tifosi, che vengono danneggiati da uno sparuto nucleo di persone. Siamo per la legalità, per i valori, di cui la società è portavoce, contro ogni forma di discriminazione, come dice Lotito. Questo può diventare un modello da applicare in tutti gli stadi".

LECCE - Ecco quanto si legge dal sito ufficiale della Virtus Francavilla:

Virtus Francavilla Calcio comunica di aver acquisito, a titolo temporaneo, il diritto alle prestazioni sportive del terzino sinistro classe 2000 Antonino Gallo, proveniente dall’Us Lecce. Il calciatore siciliano è cresciuto nel settore giovanile del Palermo ed è già a disposizione di mister Bruno Trocini per la trasferta di Reggio Calabria.

Ore decisive per Acquah, si avvicina Saponara

MILAN - Theo Hernandez è probabilmente il miglior acquisto effettuato dai rossoneri nell'ultima finestra di mercato. Queste le parole del suo agente Manuel García Quilón: "Resterà dov’è, il Milan è il posto giusto per lui, Theo ha bisogno di crescere e adesso si trova nella squadra ideale per farlo". Parla Ante Rebic, protagonista del successo sull'Udinese: "Ho fatto molti sacrifici di carriera per venire in un grande club come il Milan. Ho raggiunto questo obiettivo, ora voglio lasciare un segno qui. Voglio fare qualcosa per cui sarò ricordato. Credo in me stesso e so che posso essere utile al calcio. Ritornerei sicuramente a Francoforte un giorno, ma prima ho molto da fare qui. Sono un professionista del calcio e svolgo i miei compiti con la massima dedizione e voglio dare il massimo. La professionalità del calcio richiede anche pazienza. Anche se è difficile per i giocatori aspettare, non si può fare altro. Tuttavia, spetta all'allenatore decidere di chi ha bisogno per quella partita. Penso di aver giocato bene l'ultima partita del campionato, di aver segnato due gol importanti, di aver giocato anche in Coppa molto bene. L'allenatore ha visto ed è convinto di poter contare su di me". Dall'Inghilterra sostengono che anche il Manchester United avrebbe messo nel mirino Piatek.

NAPOLI Adrian Aliaj, agente di Rrahmani, difensore da ieri ufficialmente al Napoli ma in prestito all'Hellas Verona fino a giugno, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Non mi aspettavo così presto l’interesse di una big per Amir. C’era in piano di farlo crescere al Verona, ma non abbiamo esitato quando si è presentato il Napoli. Dinanzi ad un club del genere non si può dire no. Per noi, come agenti, e per il ragazzo si tratta di un privilegio essere in una squadra come la loro. Il Napoli sta attraversando un processo normale, in questo momento. Bisogna fare un update e a giugno dovrà ricominciare da capo. Non sarà facile. Poi è chiaro, sono successe cose esterne, tra tifosi, società e squadra, ma questo accade ovunque. Per il calciatore non sarà un problema. Arriverà a luglio, quando ci sarà un nuovo progetto e un nuovo spirito". Ecco quanto si legge sul sito della Cremonese:

L’U.S. Cremonese comunica di aver acquisito dal Napoli le prestazioni sportive di Gianluca Gaetano. Il calciatore arriva in grigiorosso con la formula del trasferimento temporaneo.

Intervista al presidente Aurelio De Laurentiis: "Il problema di Napoli, che è una città meravigliosa e unica al mondo per tante considerazioni, è di non aver mai vinto nel passato. I due scudetti vinti? Perché hanno avuto il grande handicap di aver avuto il più grande giocatore più grande al mondo, Maradona. Ma è un malus, non un bonus: dopo aver avuto la donna più bella del mondo, che poi divorzia da te, chi ti può accontentare? Cosa ti può soddisfare? Noi abbiamo lavorato bene, dopo Maradona abbiamo sfornato giocatori molti importanti, Lavezzi, Cavani, Higuain, e adesso ne abbiamo tanti in rosa straordinari".

PARMA - Il club ducale avrebbe messo nel mirino il classe 2000 Millico del Torino. I granata, tuttavia, per privarsi del giocatore, avrebbero chiesto Karamoh come contropartita tecnica. Il ds Faggiano dopo il summit di mercato in casa Inter: "Darmian resta a Parma? Non siamo venuti a parlare di Darmian, è un giocatore nostro e poi si vedrà. Non si è parlato di questo perché l'Inter è impegnata anche in altre cose. Per Esposito non ci sono margini? Purtroppo no. Ci interessava anche un mese fa e ne abbiamo già parlato. E adesso con l'infortunio di Inglese ci stiamo guardando intorno. Ribadisco, siamo in ottimi rapporti con l'Inter ma per adesso Esposito non è in uscita".

SAMPDORIA - Intervista al terzino Bartosz Bereszynski, che parla di Eusebio Di Francesco: "È difficile da dire cosa non sia andato con lui. Prima di tutto, non voglio dare la colpa all'allenatore, perché soprattutto i calciatori dovrebbero prendersi la responsabilità dei risultati. Eravamo delusi, forse eravamo un po' distratti. Ad ogni partita abbiamo cambiato l'impostazione tattica. Io questa cosa l'ho sentita in particolare. Nel club venivo impiegato come centrale, in Nazionale come terzino sinistro. Da nessuna parte giocavo nel mio ruolo naturale. Mi ero perso, non sapevo bene cosa stesse succedendo, dal momento che non potevo mostrare il mio potenziale. Non è stato facile. Frustrato? Un po'. Mi sentivo molto bene fisicamente in quel momento e non potevo farlo vedere completamente. La poca esperienza in quella posizione è emersa: movimenti, automatismi o decisioni. Di Francesco mi ha spiegato che aveva bisogno di me nel mezzo dove non avevo mai giocato prima. Non avevo molta scelta. Potevo prenderla male o imparare: ho scelto quest'ultima opzione.

SASSUOLO - Ecco quanto si legge sul sito ufficiale del Novara:

La Società Novara Calcio è lieta di informare giornalisti e tifosi di aver raggiunto l’accordo per il trasferimento, a titolo temporaneo, 18 mesi con diritto di riscatto dell’attaccante Andrea Cisco, classe 1998, proveniente dalla Società U.S. Sassuolo.

SPAL - Leonardo Semplici dopo il 2-1 ottenuto a Bergamo: "Per fare una partita del genere e un risultato così dovevamo avere una compattezza non solo tecnico-tattica, ma morale. Così siamo riusciti a ribaltare il risultato, fare una bella gara, facendo tre punti importantissimi. Abbiamo iniziare il girone di ritorno nel migliore dei modi, abbiamo rimesso in gioco gli avversari. Risultato non casuale? Già a Firenze abbiamo fatto una bella figura, poi siamo stati sfortunati. Nel girone d'andata abbiamo avuto tanti infortuni. Il primo anno ti salvi all'ultima giornata, il secondo siamo arrivati tredicesimi e per noi era come vincere la Champions. Il budget è quello per salvarsi all'ultima domenica, magari con un po' di anticipo. Abbiamo sbagliato qualcosa, un paio di rigori determinanti, potevamo avere qualche punto in più. Questa è la testimonianza del percorso, ma dobbiamo camminare forte. Ora siamo penultimi, a noi deve dare forza e ambizione. Quando subisci tante sconfitte in casa, con i nostri tifosi che ci hanno aiutato, è un po' strano. Fuori casa ci esprimiamo con più serenità, forse perché gli avversari devono fare la gara e noi giocare di rimessa. Va dato merito a questo gruppo di ragazzi che non si è mai perso d'animo, spero arrivi qualche risultato in più". Il patron Simone Colombarini sul mercato: “La situazione non è diversa rispetto alla scorsa settimana. Noi vogliamo migliorare la squadra. Abbiamo l’accordo per due giocatori importanti con il Torino. Con Bonifazi non abbiamo nessun problema, mentre per Iago Falque c’è qualche cosa da sistemare, non tanto di carattere economico, ma più che altro perché lui non sembra convinto di accettare una squadra meno blasonata del Torino. Spero che il risultato di questa sera possa fargli cambiare idea".

TORINO - In prova il difensore olandese Gijs van Otterdijk, tesserato dell'FC Eindhoven. Classe 2002, si sta allenando con la Primavera: il provino durerà fino a giovedì, poi il club granata prenderà una decisione sul giovane centrale.

UDINESE - Kevin Lasagna ritorna sul bruciante ko contro il Milan, maturato negli ultimi istanti di gara: "Purtroppo fa male non raccogliere punti dopo una prestazione come quella che abbiamo messo in campo con il Milan. Ci fa onore il fatto di essercela giocata fino alla fine al Meazza, alla fine però gli avversari hanno segnato un gol più di noi, il calcio è così. Dobbiamo ripartire dalla prestazione, consapevoli delle nostre potenzialità. So che da qui a maggio c'è ancora molta strada da fare, ma continuerò a lavorare sodo".

Altre notizie
Venerdì 21 Febbraio 2020
14:00 Primo piano Roma-Gent 1-0 - Da Zero a Dieci - Perez parla e mette in pratica, la poca qualità e la scarsa tranquillità dietro 13:07 Primo piano Roma-Gent 1-0 - Top & Flop 13:07 Primo piano Roma-Gent 1-0 - La gara sui social: "Un brutto spettacolo, miracolo divino non subire gol" 13:05 Primo piano Alla ricerca della normalità 13:04 Primo piano Roma-Gent 1-0 - Scacco Matto - Freccia a destra ma un atteggiamento troppo remissivo
PUBBLICITÀ
11:56 Avversario Gent, Thorup: "Peccato per le occasioni sprecate ma sono orgoglioso dei miei giocatori. In casa siamo forti" 11:20 Accadde Oggi Accadde oggi - Spalletti caccia Totti dal ritiro. Siglato un accordo con lo Sceicco Al Qaddumi. Boniek: "Rifiutai il ruolo di Montali ma tornerei" 11:00 Primo piano I numeri di... Roma-Gent 1-0 - Si interrompe il digiuno romanista, arriva la vittoria dopo un mese. Buona la prima per Carles Perez 10:58 Primo piano Smalling: "Restare alla Roma? Raggiungiamo prima i nostri obiettivi, poi ne parleremo" 10:25 Social Instagram, Pau Lopez: "Un passo avanti" 10:16 Europa League Gent, Depoitre: "Abbiamo sorpreso la Roma mettendola sotto pressione ma non abbiamo sfruttato le occasioni" 09:45 Primo piano L'arbitro - Roma imbattuta con Giacomelli, un solo precedente con il Lecce 09:19 Rassegna Stampa Il punto sugli infortunati 09:10 Serie A LIVE FORMAZIONI - Napoli, giocano Politano e Milik. Bologna, in emergenza. Juventus, Cuadrado con Dybala e Ronaldo. Milan, recuperano Calhanoglu e Musacchio. Lazio, Correa con Immobile 09:00 Interviste Fonseca: "Era importante vincere e non prendere gol. Tifosi fantastici. Nessuno come Pellegrini ama la Roma, è giovane, dobbiamo sostenerlo". VIDEO! FOTO! 08:45 Interviste Cristante: "Era importante tornare al successo. Il mister mi chiede di restare più basso per dare equilibrio". VIDEO! 08:30 Interviste Carles Perez: "Non potevo sognare un esordio da titolare migliore. Siamo una squadra forte" 08:15 Interviste Perotti: "Importante vincere per uscire da questo brutto periodo. Non è un gran vantaggio, ce la giocheremo al ritorno" 08:00 Pagelle Roma-Gent 1-0 - Le pagelle del match 07:45 La moviola Roma-Gent - La moviola: eccessivo il giallo a Bezus, ne manca uno a Mohammadi